C.A.V. Centro di Aiuto alla Vita di Varese

Il C.A.V. (Centro di Aiuto alla Vita) accoglie madri o coppie in difficoltà per una gravidanza o con figli di età inferiori ai 12 mesi e assicura il suo supporto almeno fino al compimento del primo anno di vita del bambino.

mamma incinta per centro di aiuto alla vita C.A.V.

Per raggiungere le proprie finalità, il C.A.V. di Varese realizza diversi tipi di interventi: accoglienza, ascolto, accompagnamento, consulenza  professionale e aiuto materiale, finalizzati a risolvere i problemi connessi ad una maternità difficile, indirizzando la propria attività, anche preventiva, a sostegno della madre e del figlio, prima e dopo la nascita, con particolare attenzione verso coloro che si trovano in uno stato di bisogno materiale o morale, o comunque in situazioni di svantaggio o di emarginazione. Il CAV offre aiuto anche alle mamme che si trovano in situazioni di sofferenza post-abortiva. Prosegue in una attività di accompagnamento sociale, economico e professionale delle famiglie prese in carico.

SERVIZI DEL C.A.V.

Il C.A.V. eroga i suoi servizi nel pieno rispetto dei principi di eguaglianza ed imparzialità: non opera alcuna distinzione per motivi riguardanti lingua, religione, razza, sesso ed opinioni politiche e si attiene a criteri di obiettività e giustizia.

L’attività del CAV si svolge prevalentemente presso la sede e lo Sportello di Ascolto in Ospedale, ma anche eventualmente a domicilio, ed inizia con l’accoglienza e l’ascolto delle mamme o delle coppie in difficoltà per una gravidanza. Prosegue con l’accompagnamento al parto e con il sostegno almeno fino al primo anno di vita del bambino.

Può comprendere, quando necessaria, la collaborazione di professionisti o specialisti quali, ad esempio, medici, avvocati, psicologi, educatori, insegnanti metodi naturali, strutture sanitarie. L’attività è svolta in autonomia, con una stretta collaborazione e integrazione con ASST, Servizi Sociali e Consultori competenti per territorio e altri servizi di volontariato sociale (Caritas, ecc.), enti con i quali si effettuano periodici incontri di verifica.

Durante la gravidanza ed il primo anno di vita del bambino, oltre al prioritario sostegno al ruolo genitoriale e psicologico, il CAV può offrire, secondo le necessità e limitatamente alle disponibilità, diverse tipologie di aiuto, quali:

  • indumenti e prodotti per l’igiene e l’alimentazione del bambino, limitatamente agli indumenti l’offerta è estesa ai primi anni di vita del bambino;
  • prodotti per l’igiene della madre durante la gravidanza e l’allattamento;
  • culle, carrozzine, lettini, seggiolini, ecc.;
  • aiuto nel disbrigo di pratiche presso uffici pubblici;
  • aiuto economico entro limiti prestabiliti dai protocolli in situazione di grave emergenza
  • consulenza e sostegno dei professionisti e specialisti sopra indicati.

Il Movimento e Centro di Aiuto alla Vita promuove e gestisce inoltre, con fondi propri frutto di donazioni e raccolte, o erogati da Enti Pubblici e da altre Istituzioni:

  • progetti connessi alle politiche locali per la famiglia specificatamente rivolte al sostegno alla maternità e al contrasto dell’IVG;
  • ospitalità gratuita per gestanti sole in difficoltà (max 3) e dopo il parto, al minore/i, presso un appartamento di proprietà del MV-CAV per tutto il periodo della gestazione e fino a un massimo di 12 mesi dal parto, salvo deroghe.
COME CONTATTARE IL CAV E DOVE TROVARLO?